Il Grande Classico – Tour guidato

Esplora con noi la straordinaria natura intorno alla leggendaria Ring Road


La Ring Road è il viaggio on the road per eccellenza, grazie alle magnifiche attrattive naturali, nucleo di questo itinerario incentrato al Nord – scrigno di tesori paesaggistici e tradizioni popolari – che si pone anche l‘obiettivo di far avvicinare i viaggiatori alla cultura, tradizionale e moderna, d‘Islanda.


ITINERARIO

22 GIUGNO – ARRIVO IN ISLANDA E VISITA DI REYKJAVÍK
Arrivo in Islanda con atterraggio a Keflavík. Trasferimento a Reykjavík in shuttle condiviso con partenze frequenti. Incontro in hotel con Francesco (guida e autista del gruppo) che, con la luce delle giornate infinite dell’estate islandese, farà scoprire alcuni dei luoghi più rappresentativi in centro città. Tra questi, l’incantevole laghetto Tjörnin e l’Harpa, iconico edificio in vetro sul mare. Pernottamento in città.

22 GIUGNO – GOLDEN CIRCLE E COSTA SUD
Si lascia Reykjavík e le prime tappe della giornata sono quelle del Golden Circle. Si inizia con il Parco Nazionale di Þingvellir, luogo del primo parlamento, dove si può ammirare una delle fratture tettoniche più impressionanti. Si continua per l’area geotermale di Geysir, che ha dato il nome a questo fenomeno naturale, e per Gullfoss, la regina delle cascate d’Islanda con il suo doppio salto. Scendendo verso sud si continua con altre cascate. La prima è la romantica Seljalandsfoss, attorno al cui getto è possibile camminare; la successiva è la perfetta Skógafoss, situata nel minuscolo villaggio di Skógar, tappa conclusiva della giornata. Pernottamento nella zona di Skógar.

24 GIUGNO – IL MONDO DI GHIACCIO DI SKAFTAFELL E JÖKULSÁRLÓN
In mattinata, prima di raggiungere Vík, si effettuano un paio di deviazioni: la prima al promontorio di Dyrhólaey, dove fino a metà agosto si possono vedere tante buffe pulcinelle di mare ma che regala magnifici panorami oceanici tutto l’anno, e la cupa spiaggia di Reynisfjara. Si raggiunge poi presto la regione del maestoso Vatnajökull, ghiacciaio più grande d’Europa e terza calotta glaciale più grande del mondo. La prima tappa sarà al Parco Nazionale di Skaftafell, che offre eccellenti escursioni. Se il clima lo permetterà, si effettuerà un semplice percorso escursionistico circolare che conduce all’elegante Svartifoss (5,5km con lieve dislivello). Successiva tappa è allo Svínafellsjökull, la lingua di ghiaccio più spettacolare, a breve distanza da Skaftafell. Ancora ghiaccio, ma in forma diversa, si incontra alla Jökulsárlón, la laguna dove fluttuano centinaia di iceberg di infinite forme che brillano sotto il sole o si nascondono nella nebbia, e alla spiaggia dei diamanti dove gli iceberg incontrano il mare e scintillano sulla spiaggia nera. Alla Jökulsárlón si potrà prender parte ad un’escursione su mezzo anfibio o su gommone rigido per navigare tra gli iceberg e ammirarne tutte le sfaccettature. Pernottamento a Höfn.

25 GIUGNO – I SORPRENDENTI FIORDI ORIENTALI FINO ALLE PORTE DELLE HIGHLANDS
Raggiunta Djúpivogur in mattinata, si visita un particolare museo all’aperto gestito da un simpatico quanto imprevedibile pulitore di ossa di balene di fama mondiale. Attraverso lo spettacolare passo di Öxi si raggiunge Egilsstaðir, nei cui pressi si trova il lago Lagarfljót, dove vivrebbe una sorta di mostro di Loch Ness islandese (che molti giurano di aver visto). A seconda delle condizioni meteorologiche dell’area, si percorrerà il perimetro del lago, toccando anche la sponda occidentale da cui partire per una breve, ma impegnativa, escursione a piedi per raggiungere la sottovalutata cascata di Hengifoss (2,2km con 150mt di ascesa, solo andata). In alternativa, si raggiungerà Borgarfjördur Eystri, villaggio incastonato in un fiordo incantevole, dove fino a metà agosto è di possibile avvistare le buffe pulcinelle di mare e dove si può visitare la roccia- residenza della regina degli elfi. Nel tardo pomeriggio, si continua in direzione ovest, dove il paesaggio verdeggiante si trasforma in terra desolata che fa pensare di trovarsi sulla Luna. Pernottamento a Möðrudalur.

26 GIUGNO – LA POTENZA DELL’ACQUA A DETTIFOSS E LE BALENE DI HÚSAVÍK
In mattinata si raggiunge presto la sponda orientale del meraviglioso canyon dello Jökulsárgljúfur. Qui, attraversando un paesaggio sempre più lunare, si visita la maestosa cascata di Dettifoss, una vera forza della natura, e la bella Hafragilsfoss, inserita nel tratto più spettacolare dello Jökulsárgljúfur. Infine, in prossimità della fine dello Jökulsárgljúfur, il grandioso canyon di Ásbyrgi che si dice sia stato formato dal cavallo di Odino e che ora sia la capitale del misterioso popolo nascosto. Sulla via verso Húsavík è possibile prendere un caffè in riva al mare presso il bar di una bellissima guesthouse situata in un pacifico porticciolo naturale della penisola di Tjörnes. Giunti a Húsavík, si potrà partecipare ad un suggestivo tour serale che (si spera) farà incontrare i giganti del mare. Pernottamento a Húsavík.

27 GIUGNO – I DINTORNI DI MÝVATN, OVVERO MARTE
La giornata è interamente dedicata ai dintorni del lago Mývatn, uno degli ambienti più vari d’Islanda. Si inizia dall’area vulcanica di Krafla per poi spostarsi al marziano campo geotermale di Hverir, virtualmente la porzione terrestre più simile al pianeta rosso. Tra le altre attrazioni, il campo lavico di Dimmuborgir e gli pseudo-crateri di Skútustaðagígar (formazioni geologiche presenti solo qui e su Marte). A conclusione della giornata, bagno nella eterea Jarðböðin, sorella meno commerciale della Blue Lagoon. Nel tardo pomeriggio, ultima tappa della giornata a Goðafoss, scenografica cascata di forma semicircolare, per poi arrivare in Akureyri, capitale del nord. Pernottamento in Akureyri.

28 GIUGNO – RITORNO A SUD
Lasciata Akureyri si attraversa lo scenico passo di Öxnadalsheiði fino a Varmahlíð, nei cui dintorni si può visitare Glaumbær, la più iconica fattoria dal tetto in torba, e Víðimýrarkirkja, una graziosa chiesetta nera, anche lei con il tetto in torba. Successivamente, in prossimità di Bifröst, si può scalare l’impressionante cratere vulcanico di Grábrók prima di raggiungere la destinazione finale della giornata, Reykjavík, dopo aver attraversato il tunnel sottomarino del Hvalfjörður. Si potrà dedicare il pomeriggio e la serata di questa giornata alla visita di altri angoli della capitale, a partire dall’imponente Hallgrímskirkja per poi continuare magari con la zona del porto vecchio, con l‘interessantissimo Museo Nazionale, dove conoscere le radici del paese e la cultura del suo popolo, e, perché no, con il singolare Museo Fallologico. Pernottamento in città.

29 GIUGNO – FINE DEL PROGRAMMA
A seconda dell’orario di partenza del volo, ci sarà più o meno tempo per scoprire gli angoli della capitale in maniera indipendente. In corrispondenza del volo, partenza verso l’aeroporto internazionale di Keflavík in shuttle condiviso. Operazioni di check in e volo di rientro.



Disponibilità: SOLD OUT!

Punto di partenza: Reykjavík

Date Tour: dal 22 al 29 giugno

Durata del tour: 8 giorni.

Il prezzo include:
– compensi di intermediazione e di organizzazione
– materiale informativo e assistenza pre-viaggio
– 7 pernottamenti in camera doppia, come da itinerario, con servizi privati e colazioni incluse
– Shuttle condiviso dall’aeroporto internazionale di Keflavík all’alloggio di Reykjavík e ritorno
– trasporti interni in pulmino privato (minivan 9 posti 4×4), incluse spese per pedaggi e carburante – compenso guida/autista italiano per 7 giorni di affiancamento (22-28.6)
– spese vitto e alloggio guida/autista
– IVA e tasse locali
– Assistenza booking visite e attività eventuali

Il prezzo non include:
– Voli da/verso lʼItalia
– Escursioni, visite e altre attività
– Cene, pranzi, bevande e altri snack
– Assicurazione annullamento viaggio
– Assicurazione medico-bagaglio
– Spese personali e tutto ciò non espressamente menzionato alla voce “Il prezzo include”

ATTIVITÀ NON INCLUSE NEL COSTO DEL PACCHETTO ED OPZIONALI:
– Ingresso alla torre dell’Hallgrímskirkja a Reykjavík (giorno 1 o 8): 900 isk a testa (6,5 euro)
– Escursione tra i ghiacci della Jökulsárlón su mezzo anfibio (giorno 3): 5.800 isk a testa (43 euro)
— O escursione nella Jökulsárlón su gommone rigido (giorno 3): 9.900 isk a testa (73 euro)
– Ingresso al Museo delle Balene di Húsavík (giorno 5 o 6): 2.000 isk a testa (15 euro)
– Escursione di whale watching a Húsavík su peschereccio (giorno 5 o 6): 10.400 isk a testa (77 euro)
— O escursione di whale watching a Húsavík su gommone rigido (giorno 5 o 6): 18.990 isk a testa (140 euro)
– Ingresso alle hot pots in cima alla scogliera di Húsavík (giorno 5, o 6): 4.300 isk a testa (32 euro)
– Ingresso ai bagni termali di Mývatn (giorno 6): 5.000 isk a testa (37 euro)

Per prenotare: per prenotare uno dei tour previsti, usa il box qui sotto. Per prenotare un tour in qualsiasi altro periodo dell’anno, per favore contattaci.


Loading…